ASSO VELA
 
RSS Feed
 
17/10/2009 ROLEX MIDDLE SEA RACE: PARTENZA ALLA GRANDE

PARTENZA ALLA GRANDE

17 ottobre 2009
La Rolex Middle Sea Race 2009 ha preso il via questa mattina dall'incomparabile scenario di Grand Harbour. Al suono dei cannoni della Saluting Battery, alta sul mare, la flotta pi grande che abbia mai lasciato Malta dopo la ritirata dei Turchi alla fine del Grande Assedio nel 1565 partita per affrontare un'avventura di 606 miglia nautiche. Sessantanove yacht hanno tagliato la linea di partenza, che ha utilizzato Forte Sant'Angelo come pin end (estremit di sinistra). La folla ha gremito ogni punto d'osservazione del lato sud di Valletta, ammirando in prima persona l'inizio di una nuova era in questa regata classica. Mentre la flotta naviga verso la Sicilia, ICAP Leopard (GBR) al comando davanti a Beau Geste (HKG), Bella Mente (USA) e Rn (GBR). Alle 17.00 ore locali Leopard era gi davanti a Capo Passero. Alla grande.

La 30esima edizione della regata ha richiamato un forte contingente internazionale. Non stato semplice scegliere i favoriti in tempo compensato prima della partenza. Questa una regata in cui fare previsioni affidabili difficile tanto quanto indovinare i vincitori del Kentucky Derby. Questa mattina, tuttavia, gli yacht pi grandi della flotta avevano il presentimento che questo potrebbe essere il loro anno fortunato. Mike Slade, armatore dello yacht pi grande e autorevole della flotta, il potente ICAP Leopard - due volte vincitore in tempo reale e detentore del record di regata della Rolex Fastnet Race - era d'ottimo umore. "Penso che il record sia sicuramente possibile con queste condizioni," ha commentato poco prima della partenza. "Il meteo a favore delle barche grandi. Prevediamo di costeggiare la Sicilia in velocit fino a Stromboli. Poi, quando gireremo a sinistra, il vento ci si scatener contro. Quando arriver il fronte previsto, lo raggiungeremo in fretta. Arrivare a Palermo e alle Egadi sar una vera e propria battaglia. Ridurremo le vele e cercheremo di sopravvivere. Una volta voltato quell'angolo e issato lo spinnaker, tuttavia, prevediamo di raggiungere i 30 nodi di velocit, forse anche di pi. Non sappiamo se arriveremo luned mattina, pomeriggio o sera. Staremo a vedere."

Se davvero ci saranno il forte vento e mare agitato previsti al largo della costa settentrionale della Sicilia, Slade potr stare tranquillo, potendo contare sugli esperti regatanti oceanici nel suo equipaggio quali Brad Jackson (tre volte vincitore della Volvo Ocean Race), Jules Salter, Rob Greenhalgh, Justin Slattery e Jason Carrington. Hanno grande esperienza e sapranno come mantenere Leopard in perfetta andatura. Intatto.

Il pensiero di maltempo era ben lontano dalle menti degli spettatori che stamattina hanno raggiunto Grand Harbour sotto un bel sole per applaudire la flotta in partenza. Peter Dimech, Principal Race Officer del Royal Malta Yacht Club, ha suddiviso gli yacht in cinque partenze; le barche pi piccole hanno tagliato il via alle 11 esatte al boato di un cannone da 24 libbre, azionato dai volontari della Fondazzjoni Wirt Artna abbigliati con l'uniforme dell'Artiglieria Reale di Malta del XIX secolo. Sfidando i venti leggeri e instabili nella zona della partenza, Three Sisters (CZE) di Tomas Dolezal, con Milan Hajek al timone, stato il primo yacht a superare il frangiflutti, tallonato dagli eroi locali maltesi di Geisha. David Pizzuto, alla sua ottava partecipazione, sar stato ben felice di superare il rivale Ceco all'altezza della Baia di San Giorgio e doppiare per primo l'ultima boa al largo della costa maltese. Gli italiani di Alba Blu hanno doppiato terzi, poco prima di mezzogiorno.

La seconda partenza stata la pi affollata, con 24 barche schierate sul tratto di mare compreso tra il Bastione del XVI secolo di San Pietro e Paolo e Dockyard Creek. Numerosi i rappresentati maltesi: Elusive II Medbank di Arthur Podesta, Comanche Raider II Gasan Mamo di Jonas Diamantino, Nemesis Credal condotto dal Mark Schranz e Isaac Borg, Rebel di Jost Mertens, Strait Dealer di David Franks e Vikesha condotta dallo skipper Timmy Camilleri. L'austriaco Gosta Pongratz, con lo yacht charterizzato One, ha acquisito parecchia conoscenza locale grazie ad Anthony Camilleri, alla sua ottava partecipazione. Camilleri d'accordo sul fatto che questa regata probabilmente favorir le barche pi grandi. "Penso che scamperemo il maltempo che investir le barche pi veloci. La mia preoccupazione per la fine della regata - mercoled... gioved - quando subentrer il sud est. Sar un Forza 8 e bolina per l'intero tragitto da Pantelleria a Lampedusa e poi fino a Malta," ha spiegato Camilleri. " la fine della regata, tutti sono stanchi ed bolina, ardua con vento forte."

La terza partenza ha visto come protagonisti l'ex vincitore della Rolex Fastnet Race Piet Vroon a bordo di Tonnerre de Breskens III (NED), l'americano Arthur 'Bugs' Baer con lo yacht charterizzato Nix (BVI) e il forte solitario Brian Thompson in equipaggio, e la prevalentemente inglese Nisida condotta da Peter Hopps e Hilary Cook, alla loro sesta partecipazione in questa famosa regata d'altura del Mediterraneo. Ian Loffhagen, Racing Manager del Royal Ocean Racing Club, a bordo di Tonnerre de Breskens III: "penso che c'imbatteremo in un po' di tutto. Saremo strapazzati sul lato nord della Sicilia, poi rimarremo prosciugati e ci annoieremo un po', ma dovrebbe essere una regata abbastanza veloce. Tutti i modelli meteorologici sono in accordo; tutto dipender da quando il prossimo fronte sopraggiunger e da quanto tempo avremo prima che si faccia sentire. Pensiamo di concludere la regata prima che il vento diventi troppo forte e giri nuovamente a sud est."

Nell'ultima partenza i monoscafi da grand-prix hanno vissuto il loro momento di gloria. Torben Grael e Robert Scheidt, che insieme hanno un totale di otto medaglie olimpiche, hanno dato sfoggia della loro abilit tagliando per primi la linea di partenza con l'STP 65 Luna Rossa (ITA) e oltrepassando il frangiflutti prima ancora che gli altri rivali pi grandi sembrassero risvegliarsi. Hap Fauth e Bella Mente (USA) saranno felici di essere usciti secondi dalla trappola. Fauth alla sua prima Rolex Middle Sea Race e pare averne scelta una impegnativa, "prevediamo vento forte a nord della Sicilia, circa 48 ore di 30 e passa nodi. Forse fino a 45 nodi. Detto ci, le condizioni cambiano ogni 24 ore, quindi chiss! Il nostro obiettivo essere pronti a tutto. Non vinci se non finisci il percorso e penso che ci sia parecchio in gioco. Speriamo in una buona regata."

La quinta partenza stata riservata ai due multiscafi Silver Chiller (GER) di Richard Mueller e High Q1 (GER) di Hans Nagel. I due residenti di Monaco, Mueller e Nagel, sono amici e divertiti dall'idea di un duello privato, come spiega Mueller: "Siamo sullo yacht pi grande dei due e prevediamo una bella lotta. Dobbiamo finire davanti per vincere." Mueller ha partecipato a questa regata l'anno scorso e ritiene che questa edizione sar simile, ma con ordine inverso: "la volta scorsa c' stata aria leggera i primi tre giorni, questa volta prevediamo vento pi fresco all'inizio. Forse avremo ancora un po' di vento forte alla fine, dopo cinque giorni in mare." In linea generale, comunque, Mueller felice, "senza vento diventi matto su una barca a vela!"

Con il sopraggiungere degli yacht alla prima boa di transito all'altezza di Capo Passero, le prime classifiche provvisorie in tempo compensato diventeranno mano a mano pi chiare. Ma siamo solo alle prime 55 miglia nautiche della regata e con 551 miglia ancora da percorrere, a questo punto nessuno festegger ancora.

Nel 2007 Rambler (USA) di George David ha stabilito l'attuale record di regata, pari a 47 ore 5 minuti e 3 secondi. Per migliorare questo tempo, il primo yacht dovr raggiungere il traguardo all'incirca entro le 11.00 ore locali di luned 19 ottobre.

Sessantanove yacht in rappresentanza di venti nazioni hanno preso il via in questa edizione della regata.

Per maggiori informazioni sulla Rolex Middle Sea Race 2009, incluse liste iscritti, posizioni e risultati, siete pregati di collegarvi al sito www.rolexmiddlesearace.com

la partenza vista dai Barrakka Gardens (clicca per ingrandire) - foto Kurt Arrigo BELLA MENTE, ICAP LEOPARD ed ESTE 40 al giro di boa fuori Grand Harbour (clicca per ingrandire) - foto Kurt Arrigo LUNA ROSSA in rotta verso la Sicilia (clicca per ingrandire) - foto Kurt Arrigo


Altre News
18/10/2009 A VOLTRI DUE GIORNI DI BELLE REGATE
17/10/2009 ROLEX MIDDLE SEA RACE: POSSIBILE NUOVO RECORD
17/10/2009 ROLEX MIDDLE SEA RACE: PARTENZA ALLA GRANDE
16/10/2009 SEMINARIO ISYBA: LA GESTIONE OPERATIVA DI SOCIET ARMATRICI
16/10/2009 GLOBAL CUP GP42: VINCE ROMA2, AIRIS SESTO
 
  Copyright © 2005/2017 ASSO VELA | E-mail: info@assovela.it