ASSO VELA
 
RSS Feed
 
23/10/2015 GIANCARLO PEDOTE A LA TRANSAT JACQUES VABRE

GIANCARLO PEDOTE TORNA AD ATTRAVERSARE LOCEANO CON ERWAN LE ROUX A LA TRANSAT JACQUES VABRE SU FENTRA-PRYSMIAN. IL VIA DOMENICA 25

23 ottobre 2015. Giancarlo Pedote torna ad attraversare l'oceano e lo fa sul Multi50 FentrA-Prysmian, al fianco di Erwan Le Roux, nella pi lunga traversata dell'Oceano Atlantico: la Transat Jacques Vabre.
Dopo una stagione in Multi50 che li ha visti vincitori del Grand Prix Guyader, l'Armen Race, il Grand Prix Las Palmas de Gran Canaria ed il Trofeo Prince de Bretagne Sud Golo, Giancarlo Pedote ed Erwan Le Roux partiranno domenica 25 ottobre alle ore 13.30 per la Transat Jacques Vabre, classica transatlantica in doppio che da Le Havre, in Normandia, porta a Itajai in Brasile.
Un totale di circa 5.400 miglia, poco pi di 10.000 km, ovvero un quarto di giro del mondo.
la prima volta che Giancarlo Pedote si misura in una traversata oceanica su un multiscafo, un'esperienza che rappresenta la realizzazione di una scelta compiuta ad inizio anno, come spiega lo skipper italiano: Sono molto contento di partire per la Transat Jacques Vabre in Multi50. Indubbiamente questo l'evento pi importante di un percorso di regate che ci ha coinvolto tutto l'anno, un percorso che si svolto nel migliore dei modi e che mi ha permesso di imparare rapidamente il funzionamento della navigazione in multiscafo. Questa lunga navigazione di oltre 5000 miglia sar il culmine di questa stagione 2015 che ho deciso di compiere su un tipo di barca differente, sconosciuto a me e ancora poco conosciuto in Italia. Adesso posso confermare di aver fatto una scelta corretta per il mio percorso di navigatore, importante soprattutto in relazione agli sviluppi futuri della vela, che vedr i multiscafi sempre pi protagonisti nelle regate oceaniche.

www.giancarlopedote.it

La Transat Jacques Vabre: una meta ambita da molti, un sogno che diventa realt per Pedote
Era il 2001. Ottobre 2001. Mi trovavo a Le Havre, lavoravo come preparatore su un monoscafo da 50 piedi. Ogni sera, finita la giornata di lavoro, mi sedevo a guardare le imbarcazioni pronte per la partenza e sognavo, un giorno, di essere dall'altra parte, di essere uno degli skipper a lasciare il pontile di Le Havre. Oggi, dopo 14 anni, il sogno si realizzato.
14 anni di duro lavoro, impegno e sacrifici.
La pubblicazione di 2 libri tecnici sulla vela, gli innumerevoli "skipperaggi" e lavori per mettere da parte i soldi e poter avere, un giorno, una barca tutta sua che gli avrebbe permesso di cominciare la professione di navigatore oceanico e partecipare un giorno anche alla Transat Jacques Vabre.
La Transat Jacques Vabre una regata mitica, nata nel 1993.
Si corre ogni due anni, in doppio, sulle antiche rotte della via del caff, attraverso l'Atlantico.
una regata dura, complessa, ambita dai grandi velisti in quanto rappresenta una tappa imprescindibile per tutti quei progetti che puntano a future regate oceaniche in solitario, quali la Route du Rhum o, per gli Imoca, il Vendee Globe.
Il fatto che si tratti di una regata in doppio, consente allo skipper di sfruttare al massimo il potenziale dell'imbarcazione e di conseguenza conoscerne i limiti. Essere in due significa infatti potersi alternare per una migliore gestione delle energie, piuttosto che poter manovrare in due durante dei passaggi clou.

La Transat Jacques Vabre 2015
Giunta alla sua dodicesima edizione, coinvolge quest'anno 42 tra monoscafi e multiscafi, suddivisi in quattro Classi.
Ci saranno, per la prima volta, 4 Ultime, i grandi multiscafi di lunghezza compresa tra 21,33 m (70 piedi) e 32,00 m (105 piedi) ed una larghezza massima di 23 m che prendono il posto dei Mod 70 (trimarani monotipo di circa 21 metri) presenti nel 2013.
Saranno poi sul via di partenza anche 20 IMOCA, i monoscafi di 18 metri che corrono anche la Vendee Globe, alcuni dei quali saranno dotati quest'anno per la prima volta di foil; 14 Class 40, i monoscafi di 13 metri e i Multi 50, tra i quali figura il trimarano franco-italiano FentrA-Prysmian.

La Transat Jacques Vabre, per comunicare
La Transat Jacques Vabre una regata molto importante anche per la grande visibilit ed il ritorno mediatico di cui gode: in Francia il "villaggio" al porto di partenza per 10 giorni viene preso d'assalto da migliaia di spettatori e giornalisti; i giornali, le radio e tv dedicano ampio spazio allo svolgimento della corsa, la cui durata varia in base alla Classe dell'imbarcazione (si stima un minimo di 11 giorni per gli Ultime e 25 giorni per i Class 40).
Sono due le aziende coinvolte nel progetto di Erwan Le Roux e Giancarlo Pedote: FentrA, produttore francese di finestre, porte e persiane su misura, realizzate in PVC, alluminio e materiali misti, un'azienda che da vari anni sponsorizza il trimarano e Erwan Le Roux, e Prysmian Group, che segue la crescita professionale di Giancarlo dal suo debutto nel mondo dei solitari.

FentrA
Dominique Lamballe, direttore di FentrA, parla cos dell'associazione con Giancarlo Pedote e Prysmian Group: Siamo molto lieti che la societ Prysmian Group e Giancarlo si siano uniti a noi per aprire nuove pagine di sensazioni per il 2015. Prysmian Group una societ molto conosciuta per il suo sviluppo e la sua tecnologia, soprattutto in Italia, che una nazione nella quale vorremmo farci conoscere. La doppia comunicazione del Team (in Francia ed in Italia) contribuir a far conoscere FentrA sul territorio italiano e ad aumentare ancora di pi la notoriet del brand Prysmian Group in Francia.
Al di l di questo, l'incontro con Giancarlo Pedote stato molto positivo per noi. Con la sua storia, i suoi valori e la sua professionalit, Giancarlo ci ha subito convinto. Siamo fiduciosi circa il successo di FentrA-Prysmian guidato da questo duo. Buon vento.

Prysmian Group
Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei cavi e sistemi per l'energia e le telecomunicazioni, supporta Giancarlo Pedote da 8 anni come Main Sponsor appoggiandolo nelle sue scelte agonistiche.
Quando ad inizio anno lo skipper gli ha presentato questa campagna 2015 sul trimarano, il gruppo, sempre aperto alla crescita ed all'innovazione, ha accettato con entusiasmo, come spiega Valerio Battista, chief executive officer di Prysmian Group:
Il business di Prysmian Group si basa sulla costante ricerca dell'ultima tecnologia da inglobare nel proprio processo produttivo e la capacit di adeguarsi al mercato con flessibilit e velocit. con questo spirito che abbiamo letto e compreso le motivazioni di Giancarlo ad avvicinarsi al mondo dei multiscafi, che nella vela ha un peso sempre pi importante.
Un mondo, quello dei trimarani spiega Lorenzo Caruso, Corporate & Business Communication Director di Prysmian Group, che l'Italia ha potuto conoscere un poco di pi grazie a Prysmian Group, quando abbiamo portato a Punta Ala il Multi50 per delle azioni di PR. Un'esperienza che ha entusiasmato dirigenti e clienti pi di quanto ci aspettassimo. La vela, a certi livelli, parla al business non solo in termini di possibilit di comunicazione media ed esterna: diventa un'occasione per parlare al proprio management ed ai propri top client comunicando loro valori e metodologie propri dell'azienda .

Come seguire la regata
Sar possibile seguire la Transat Jacques Vabre sul sito ufficiale www.transat-jacques-vabre.comche conterr una cartografia della regata;
e sui social:
facebook Giancarlo Pedote

twitter

facebook Transat Jacques Vabre

Erwan Le Roux e Giancarlo Pedote (clicca per ingrandire) - foto Martin Keruzor FentrA-Prysmian (clicca per ingrandire)


Altre News
24/10/2015 DOMENICA A CHIOGGIA IL VIA ALLINVERNALE
23/10/2015 MONDIALE RS:X - CAMBONI DA DOMANI IN MEDAL RACE
23/10/2015 GIANCARLO PEDOTE A LA TRANSAT JACQUES VABRE
23/10/2015 BODRUM CUP: 12 IL CAICCO ITALIANO SANTA LUCIA
22/10/2015 OPTIMIST: INTERLAGHINA AL VIA SABATO A LECCO
 
  Copyright © 2005/2017 ASSO VELA | E-mail: info@assovela.it